Gli educatori per la pace nel mondo stanno con gli insegnanti afgani

Insegnanti: agenti di sviluppo umano e sociale

"L'istruzione è l'elemento fondamentale di ogni società". – ONU, Educazione per tutti

“…per riaffermare la fede nei diritti umani fondamentali…. La parità di diritti tra uomini e donne…” – Carta delle Nazioni Unite

“Tutti hanno diritto all'istruzione”. – Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

"...assicurare un'istruzione di qualità equa e inclusiva per tutti [inclusa l'istruzione primaria e secondaria gratuita per tutti i ragazzi e le ragazze]" - ONU, obiettivi di sviluppo sostenibile

Da secoli l'educazione è riconosciuta come costitutiva dello sviluppo della persona umana. Le società caratterizzate dalla partecipazione delle persone la ritengono essenziale per il buon governo. Dalla fondazione delle Nazioni Unite, è diventato un sine qua non di sviluppo sociale. Questi principi di base, riassunti nelle citazioni di cui sopra dagli standard delle Nazioni Unite e affermati dalla società civile internazionale, sono ora in grave pericolo sotto il dominio fondamentalista-misoginista dei talebani.

L'istruzione di qualità, la preparazione per una vita appagante e una cittadinanza responsabile nella propria società natale e la partecipazione a una comunità mondiale diversificata e rapidamente, sono minate dall'interpretazione idiosincratica e non ortodossa dei talebani dell'Islam come curricula primario di tutte le scuole. Il Corano non assegna minor valore umano alle donne.

La severa restrizione all'istruzione delle ragazze e delle giovani donne nel divieto di frequentare la scuola secondaria e l'università viola il loro diritto fondamentale a un'istruzione di qualità, nega alla società il potenziale di metà della popolazione e ostacola lo sviluppo economico e politico , necessario per un futuro sostenibile per l'Afghanistan.

I partecipanti e i seguaci della Campagna globale per l'educazione alla pace hanno familiarizzato sia con la necessità dell'istruzione femminile sia con la tenacia degli educatori afgani nel fornirla attraverso rapporti di Sakena Yacoobi, Fondatore dell'Istituto Afghano di Apprendimento. Un esempio più vivido della tenacia e dell'impegno vocazionale degli educatori afgani è nel ampiamente riportato conferenza stampa, chiedendo il pagamento degli stipendi degli insegnanti.

L'ostacolo più eclatante e dolorosamente evidente all'educazione afghana in questo momento è la situazione dei suoi insegnanti dedicati e coraggiosi. Molti insegnano senza stipendio da mesi, senza dubbio versando altri contributi sociali che gli insegnanti hanno sempre dato. Molti di loro, uomini e donne, sono gli unici fornitori delle loro famiglie.

In questo momento, l'azione più costruttiva da intraprendere per il benessere di questi educatori, delle loro famiglie e del loro paese è che la Banca Mondiale trasferisca parte degli aiuti umanitari che potrebbero pagare i loro stipendi.

La lettera redatta e diffusa da Code Pink (riprodotta di seguito e disponibile per la firma qui) è indirizzata al presidente Biden, in quanto gli Stati Uniti hanno più peso presso la Banca rispetto ad altre nazioni. I lettori sono invitati a firmare questa lettera e coloro che desiderano intraprendere ulteriori azioni potrebbero indirizzare lettere direttamente alla Banca Mondiale e ai propri capi di stato e rappresentanti delle Nazioni Unite, chiedendo il loro sostegno a questa iniziativa e per l'organismo mondiale, tutte le sue agenzie e tutti i membri della comunità internazionale chiedono il rispetto degli standard internazionali come precondizione per qualsiasi rapporto con i talebani.  (-BAR, 10/5/21)

Dì all'amministrazione Biden e alla Banca mondiale di rilasciare fondi per pagare gli insegnanti e gli operatori sanitari afgani

Le donne afgane hanno lanciato un appello urgente riguardo al mancato pagamento degli stipendi alle insegnanti e agli operatori sanitari afgani. Aggiungi il tuo nome alla petizione che chiede all'amministrazione Biden, alla Banca mondiale e ai membri chiave del Congresso di sbloccare i fondi afgani per pagare gli stipendi degli insegnanti e degli operatori sanitari afgani.

firma la lettera qui

Caro Presidente Biden, Banca Mondiale e membri chiave del Congresso (vedi sotto per i membri specifici del Congresso),

Secondo le donne in Afghanistan, i talebani consentono alle ragazze di frequentare la scuola elementare (classi 1-6). Non hanno ancora aperto i gradi 7-12 alle ragazze, ma si sono impegnati a farlo. C'è però un grosso ostacolo: il mancato pagamento degli stipendi agli insegnanti. Ci sono attualmente più di 120,000 insegnanti donne nelle scuole pubbliche in tutto il paese e circa la metà di loro sono l'unica fonte di reddito per le loro famiglie. È molto difficile, se non impossibile, chiedere a questi insegnanti di continuare a insegnare senza essere pagati.

Per favore libera i fondi afgani per pagare gli stipendi degli insegnanti afgani.

La stessa crisi sta affrontando le lavoratrici sanitarie afghane. Ci sono oltre 13,000 operatori sanitari in Afghanistan, tra cui medici, ostetriche, infermiere, vaccinatori e altro personale femminile. La maggior parte di loro veniva pagata dalla Banca mondiale tramite l'Afghanistan Reconstruction Trust Fund (ARTF), ma da giugno i finanziamenti si sono fermati. Nel frattempo, il sistema sanitario è sull'orlo del collasso. C'è stato un aumento dei casi di morbillo e diarrea; una recrudescenza della polio è un grave rischio; quasi la metà dei bambini è malnutrita; quasi 1 ospedale COVID su 4 ha chiuso e 2 milioni di dosi di vaccini COVID19 rimangono inutilizzate per mancanza di personale per somministrarli.

Si prega di sbloccare i fondi afgani per pagare le lavoratrici e gli insegnanti afgani. Questo denaro potrebbe provenire dal Fondo fiduciario afghano della Banca mondiale o dai 9.4 miliardi di dollari di fondi afgani congelati nelle banche statunitensi.

Cordiali saluti,

*Oltre al contratto con il presidente Biden, chiediamo ai seguenti membri chiave del Congresso per questo problema:

Commissione per i servizi finanziari della Camera:
la presidentessa Maxine Waters, il membro della classifica Patrick McHenry e il vicepresidente Jake Auchincloss;

Commissione dei servizi finanziari della Camera per il commercio internazionale, le dogane e la competitività globale:
il presidente Thomas Carper e il membro della classifica John Cornyn;

Commissione Finanze del Senato:
il presidente Ron Wyden e il membro della classifica Mike Crapo;

Commissione del Senato per le banche, l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano:
il presidente Sherrod Brown e il membro della classifica Patrick Toomey;

Membri della commissione del Senato per le banche, gli alloggi e lo sviluppo urbano della sottocommissione per la sicurezza e il commercio internazionale e le finanze:
Mark Warner, Bill Hagerty, Jon Tester, Jon Ossoff, Krysten Sinema, Mike Crapo, Steve Daines, John Kennedy.

 

1 Trackback / Pingback

  1. Affamare i talebani o il popolo afghano? - Campagna globale per l'educazione alla pace

Partecipa alla discussione ...