Premio UNESCO ICT in Education: invito a presentare candidature aperto a progetti che creano sinergie tra l'apprendimento digitale e l'educazione ecologica

(Ripubblicato da: UNESCO. 7 dicembre 2023)

Il tema dell’edizione 2023 è “Digital learning for greening education”

La Premio UNESCO King Hamad Bin Isa Al-Khalifa per l'uso delle TIC nell'istruzione ora accetta candidature e candidature. Il tema dell’edizione 2023 è “Apprendimento digitale per un’istruzione più ecologica".

L’apprendimento digitale, con il suo potenziale di espandere l’accesso e migliorare la qualità dell’apprendimento, offre una strada per la fornitura di programmi di studio e pedagogia per fornire agli studenti conoscenze, competenze, valori e atteggiamenti sui cambiamenti climatici e intraprendere azioni a favore del clima.

Nello specifico, l’edizione 2023 del Premio mira a presentare progetti che progettano e utilizzano tecnologie digitali, in modo appropriato ed etico, per creare esperienze di apprendimento inclusive e coinvolgenti incentrate sul tema critico del cambiamento climatico.

Dà priorità ai progetti di apprendimento digitale basati su una rigorosa valutazione dei bisogni, dando al tempo stesso la dovuta considerazione alla natura specifica del settore dell’educazione al clima, agli interessi degli studenti e ai contesti locali. Per sfruttare tutto il potenziale dell’apprendimento digitale, le metodologie pedagogiche dovrebbero anche essere adattate per soddisfare le esigenze dell’educazione al clima e promuovere azioni climatiche tra gli studenti.

Incoraggiando le sinergie tra l’apprendimento digitale pubblico e l’educazione verde e presentando le migliori pratiche in questo campo, questa edizione del Premio affronta anche diverse aree prioritarie individuate al Transforming Education Summit che si è svolto nel 2022.

Due vincitori saranno selezionati dal Direttore Generale dell'UNESCO sulla base delle raccomandazioni di una giuria internazionale, e ciascun vincitore riceverà una ricompensa di 25,000 dollari, un diploma e un riconoscimento internazionale durante una cerimonia di premiazione che si terrà presso la sede dell'UNESCO.

Chi può partecipare?

Qualsiasi individuo, istituzione o organizzazione non governativa (ONG) con un progetto in corso stabilito (almeno per 1 anno) pertinente al tema specifico dell'anno, ovvero l'apprendimento digitale per un'istruzione più ecologica.

Come fare domanda?

Affinché la domanda possa essere presa in considerazione, deve essere nominata dal Commissione nazionale dello Stato membro dell'UNESCO o un ONG in collaborazione ufficiale con l'UNESCO.

Tutti i candidati sono incoraggiati a mettersi in contatto con la ONG o la Commissione nazionale prima del processo di candidatura. Le auto nomination non saranno accettate.

I governi degli Stati membri dell'UNESCO e le ONG in collaborazione ufficiale con l'UNESCO sono invitati a sollecitare e nominare fino a tre progetti, che sono in linea con il tema 2023 e soddisfano i criteri di selezione.

I dettagli del processo di selezione e delle candidature sono disponibili sul sito Pagina web del premio.

La scadenza per le candidature è il 5 febbraio 2024 (mezzanotte, ora di Parigi).

Per qualsiasi domanda, si prega di contattare ictprize@unesco.org

Unisciti alla campagna e aiutaci a #SpreadPeaceEd!
Vi prego di inviarmi e-mail:

1 pensiero su “Premio UNESCO sulle ICT nell’educazione: invito a presentare candidature aperto a progetti che creano sinergie tra l’apprendimento digitale e l’educazione ecologica”

  1. Dott. Surya Nath Prasad

    Siamo tutti pieni di ecologia o fatti di ecologia. Elementi ecologici, vale a dire. la terra, l'aria, l'acqua, il fuoco e lo spazio presenti in ogni uomo e in ogni donna hanno bisogno all'esterno degli stessi elementi ecologici del cibo per crescere integralmente e armoniosamente. Questi cinque elementi sono in forma sparsa nell'universo, ma questi cinque elementi sono in forma consolidata in ogni uomo e donna ovunque, senza alcuna discriminazione. Questo è il motivo per cui lui o lei viene chiamato universo in miniatura. Pertanto la conoscenza e la pratica perpetua degli elementi ecologici all’interno degli esseri umani e all’esterno dell’universo è un must per tutti i tipi di persone in tutto il mondo per la loro vita sana e pacifica. Il professore di studi ambientali all'Oberlin College Orr afferma: “Ciò che manca nel curriculum delle arti liberali non sono i computer, ma il cibo; non la scienza, ma l'acqua; non è economia, ma fauna selvatica”. Per maggiori dettagli si può fare riferimento al mio discorso presidenziale:

    Discorso presidenziale
    Educazione all'ambiente e alla pace
    (Breve)
    Di Surya Nath Prasad, Ph. D. – TRANSCEND Media Service
    https://www.transcend.org/…/educazione-all’ambiente…/
    Discorso presidenziale al Congresso euro-asiatico, Giresun, Turchia, il 2 agosto 1997
    Pubblicato dall'Università di Lund, Malmö, Svezia, aprile 1998
    Distribuito dal Dipartimento dell'Istruzione degli Stati Uniti (ERIC)
    Disponibile per il prestito nella Biblioteca Nazionale dell'Australia

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Scorrere fino a Top