Caricamento in corso Eventi

" Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sessuale nei conflitti

19 Giugno 2023

Il 19 giugno 2015, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite (A / RES / 69/293) ha proclamato il 19 giugno di ogni anno Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sessuale nei conflitti, al fine di sensibilizzare sulla necessità di porre fine alla violenza sessuale legata ai conflitti, per onorare le vittime e le sopravvissute alla violenza sessuale in tutto il mondo e per rendere omaggio a tutti coloro che hanno coraggiosamente dedicato la loro vita e hanno perso la vita lottando per l'eradicazione di questi crimini.

La data è stata scelta per commemorare l'adozione, il 19 giugno 2008, del Risoluzione 1820 del Consiglio di sicurezza (2008), in cui il Consiglio ha condannato la violenza sessuale come tattica di guerra e impedimento alla costruzione della pace.

In risposta all'aumento dell'estremismo violento, il Consiglio di sicurezza ha adottato delibera S/RES/2331 (2016), il primo ad affrontare il nesso tra tratta, violenza sessuale, terrorismo e criminalità organizzata transnazionale. Riconoscendo la violenza sessuale come tattica del terrorismo, ha inoltre affermato che le vittime della tratta e della violenza sessuale commesse da gruppi terroristici dovrebbero poter beneficiare di un risarcimento ufficiale in quanto vittime del terrorismo.

visita il sito web delle Nazioni Unite per un programma di eventi e programmi 

Il termine “violenza sessuale connessa al conflitto” si riferisce a stupro, schiavitù sessuale, prostituzione forzata, gravidanza forzata, aborto forzato, sterilizzazione forzata, matrimonio forzato e qualsiasi altra forma di violenza sessuale di analoga gravità perpetrata contro donne, uomini, ragazze o ragazzi che è direttamente o indirettamente collegato a un conflitto. Il termine comprende anche la tratta di persone commesse in situazioni di conflitto a scopo di violenza sessuale o sfruttamento.

Una preoccupazione costante è che la paura e lo stigma culturale convergano per impedire alla stragrande maggioranza dei sopravvissuti alla violenza sessuale legata al conflitto di farsi avanti per denunciare tale violenza. I praticanti sul campo stimano che per ogni stupro denunciato in relazione a un conflitto, da 10 a 20 casi non vengono documentati.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Scorrere fino a Top