Dialogo con la dott.ssa Betty Reardon sull'educazione alla pace ospitato dall'UNESCO APCEIU

(Ripubblicato da: Notizie APCEIU. 11 marzo 2021)

L'Asia-Pacific Center of Education for International Understanding (APCEIU), in collaborazione con la Korean Society of Education for International Understanding (KOSEIU), ha ospitato un dialogo con la dott.ssa Betty Reardon sull'educazione alla pace in formato virtuale il 26 febbraio 2021.

Dalla pandemia globale, la domanda di educazione alla pace è aumentata a causa dell'intensificarsi della discriminazione, dell'odio e dell'estremismo, tuttavia, la natura complessa e multistrato della pace presenta difficoltà pratiche nella realizzazione dell'educazione alla pace in classe.

In questo contesto, il forum si è svolto in occasione della pubblicazione della versione coreana del libro della dott.ssa Betty Reardon, Educazione alla pace completa, tradotto dal prof. Soon-Won Kang della Hanshin University (presidente del consiglio di amministrazione dell'APCEIU). Quasi 100 partecipanti, inclusi educatori alla pace, insegnanti, ricercatori e studenti, hanno partecipato a questo forum virtuale.

Video dell'evento

Il Prof. Soon-Young Pak della Yonsei University, Presidente della KOSEIU, ha pronunciato il suo discorso di apertura sottolineando la difficoltà di praticare l'educazione alla pace a causa dei diversi aspetti della pace, e sperava di risolvere queste difficoltà attraverso le preziose intuizioni del Dr. Reardon sull'educazione alla pace.

Nelle sue osservazioni di congratulazioni, il sig. Hyun Mook Lim, direttore dell'APCEIU, ha apprezzato il contributo permanente del dott. Reardon allo sviluppo teorico e alla pratica dell'educazione alla pace e ha sottolineato la necessità di fornire una migliore educazione alla pace nonché educazione alla cittadinanza globale nel post COVID-19 praticando l'educazione alla pace completa enfatizzata dal Dr. Reardon.

Il Dr. Samuel Lee, il primo direttore dell'APCEIU (Presidente della Korea Dialogue Academy), ha partecipato al forum come gruppo designato e ha chiesto l'opinione del Dr. Reardon sull'impatto della pandemia di COVID-19 e del cambiamento climatico sull'educazione alla pace. Il dott. Reardon ha risposto che la pandemia di COVID-19 riafferma l'importanza di abbracciare la prospettiva ecologica dell'educazione alla pace e ha sottolineato che, per risolvere la crisi globale compreso il COVID, dobbiamo riconoscere come la paura sia prodotta da scopi politici e diffusa da media. Ha concluso la sua risposta sottolineando l'importanza dell'insegnamento di abilità mediatiche critiche come parte dell'educazione alla cittadinanza globale.

Il prof. Soon-Won Kang, un altro comitato designato, ha chiesto il parere del dott. Reardon sul sottotitolo della versione coreana di Educazione alla pace completaL'educazione alla pace è educazione alla cittadinanza globale. Ha iniziato a rispondere congratulandosi per la pubblicazione della versione coreana e ha risposto che il sottotitolo coreano è più appropriato per questo momento particolare rispetto al sottotitolo originale, Educare alla responsabilità globale, poiché offre ai lettori l'opportunità di riflettere sull'interconnessione transfrontaliera e sull'importanza della responsabilità globale.

Durante la successiva sessione di domande e risposte, il signor Sung-geun Kim, vice sovrintendente dell'Ufficio per l'istruzione di Chungcheongbuk-do, ha chiesto informazioni sui modi per fornire educazione alla pace a studenti di età diverse. Il Dr. Reardon ha risposto che l'educazione alla pace per gli studenti più giovani dovrebbe iniziare insegnando il valore di sé e -rispetto per gli altri, sottolineando che tutta l'educazione, in particolare l'educazione alla pace, dovrebbe insegnare a tutti gli studenti la possibilità di fare qualcosa per creare una società migliore.

Il signor Jae Young Lee, direttore del Korea Peacebuilding Institute, ha chiesto informazioni sulle nuove opportunità per l'educazione alla pace nell'era post COVID-19. Il dottor Reardon ha sottolineato che l'attuale pandemia ha rivelato le disparità e le ingiustizie esistenti nella nostra società. Ha concluso la sua risposta suggerendo che gli educatori alla pace prestino maggiore attenzione a rivelare più chiaramente le ingiustizie strutturali esistenti e la struttura sociale disumana e ad integrarle più pienamente nelle pratiche educative.

L'APCEIU continuerà a compiere sforzi per stimolare le discussioni per un'educazione alla pace globale e un'educazione alla cittadinanza globale. 

close
Unisciti alla campagna e aiutaci a #SpreadPeaceEd!
Vi prego di inviarmi e-mail:

Partecipa alla discussione ...

Scorrere fino a Top