Avvisi di azione

L'uragano Fiona provoca miseria per i portoricani dopo le lezioni inascoltate dell'uragano Maria

Chiediamo la vostra solidarietà con i nostri colleghi a Porto Rico, in particolare Anita Yudkin e la Cattedra dell'UNESCO in Educazione alla Pace presso l'Università di Porto Rico, da tempo attivi collaboratori della Campagna globale per l'educazione alla pace. Vi saremmo grati se poteste fare un adattamento o un'approvazione di questa lettera e inviarla ai vostri rispettivi rappresentanti del Congresso. 

Seconda Lettera aperta al Segretario di Stato per richiedere un processo equo per i visti per studiosi e studenti afghani a rischio

Questa è una seconda lettera aperta di accademici americani al Segretario di Stato che chiede passi immediati per superare gli ostacoli attuali nel processo di visto che tengono a rischio tanti studiosi afgani delle università statunitensi a cui sono stati invitati. Grazie a tutti coloro che si adoperano per sollecitare un'azione per affrontare il problema immediato.

Lettera aperta ad Anthony Blinken chiedendo un processo di visto equo ed efficiente per gli accademici afgani a rischio

Questo appello degli accademici americani al Segretario di Stato richiede un'azione per rimuovere gli ostacoli che si frappongono a un processo di visto efficiente ed equo per gli accademici afgani a rischio. Invitiamo tutti a far circolare la lettera attraverso le rispettive reti e incoraggiamo gli americani a inviarla ai loro senatori e rappresentanti.

Armi nucleari e guerra in Ucraina: una dichiarazione di preoccupazione

La Nuclear Age Peace Foundation sostiene la richiesta di un movimento della società civile su larga scala per l'abolizione del nucleare e presenta una proposta per convocare un tribunale della società civile per affrontare le violazioni del diritto internazionale violate dagli stati possessori di armi nucleari. Incoraggiamo gli educatori alla pace a leggere la dichiarazione a sostegno dell'indagine sul potenziale di un tribunale della società civile.

Un messaggio a tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite e ai leader delle Nazioni Unite (Ucraina)

“La guerra in Ucraina minaccia non solo lo sviluppo sostenibile, ma la sopravvivenza dell'umanità. Invitiamo tutte le nazioni, operando in conformità con la Carta delle Nazioni Unite, a mettere la diplomazia al servizio dell'umanità ponendo fine alla guerra attraverso negoziati prima che la guerra finisca tutti noi". – Rete di soluzioni per lo sviluppo sostenibile

Signor Guterres, per favore, si rechi URGENTEMENTE a Mosca ea Kiev

Chiediamo a tutti coloro che possiamo raggiungere di inviare le proprie richieste al Segretario generale Guterres di recarsi a Mosca e Kiev per stabilire un cessate il fuoco immediato e portare avanti seri colloqui di pace sponsorizzati dalle Nazioni Unite, in rappresentanza delle persone del mondo che vogliono e hanno bisogno della pace.

Partecipa a un sondaggio di 10 minuti per contribuire a plasmare la politica globale a sostegno dell'educazione alla pace

La Campagna Globale per l'Educazione alla Pace, in consultazione con l'UNESCO, sostiene il processo di revisione della Raccomandazione del 1974 sull'Educazione alla Comprensione Internazionale, alla Cooperazione e alla Pace. Incoraggiamo vivamente la tua partecipazione a questo sondaggio, un'opportunità significativa per contribuire con la tua voce alla politica globale a sostegno dell'educazione alla pace. Il termine per rispondere è il 1 marzo.

Una donna afghana invita le donne americane alla solidarietà

Questa lettera aperta da una professionista all'altra, un'amministratrice universitaria afghana, dovrebbe sfidare tutte le donne americane ad affrontare le conseguenze dell'abbandono di quelle più preparate a guidare l'Afghanistan verso un'appartenenza costruttiva alla comunità mondiale: le donne istruite e indipendenti responsabili dei guadagni in l'uguaglianza sociale ora calpestata dai talebani. Con l'aiuto dell'ufficio della Casa Bianca incaricato delle questioni di genere, la lettera originale non redatta indirizzata al vicepresidente Kamala Harris è stata consegnata all'ufficio del vicepresidente. Ci auguriamo che venga letto e discusso anche nei corsi di studi sulla pace e di educazione alla pace per dare voce alle donne non raccontate in Afghanistan nelle stesse circostanze di chi scrive, alcune delle quali speriamo trovino posto nei nostri college e università.

Scorrere fino a Top