La nuova era nucleare
La nuova era nucleare
unisciti 3-2
Unisciti e approva la campagna!
mappatura-pace-ed-banner-GCPE
MAPPARE L'EDUCAZIONE ALLA PACE
corona-collegamenti-slider
CORONA
CONNESSIONI:
apprendimento
per
rinnovato
mondo
Sostenitori istituzionali/membri della coalizione

"Partecipare alla campagna è molto importante collaborare e contribuire insieme a trasformare una cultura della violenza in una cultura di Dialogo e la pace. "
- Associazione spagnola per la ricerca sulla pace (AIPAZ)

pace-ed-clearninghouse-slider
Clearinghouse per l'educazione alla pace
GCPE-dichiarazione-slider

Dichiarazione della campagna: “Una cultura di pace sarà raggiunta quando i cittadini del mondo comprenderanno i problemi globali; avere le capacità per risolvere i conflitti in modo costruttivo; conoscere e vivere secondo gli standard internazionali di diritti umani, genere e uguaglianza razziale; apprezzare la diversità culturale; e rispetta l'integrità della Terra. Tale apprendimento non può essere raggiunto senza un'educazione alla pace intenzionale, sostenuta e sistematica ".

freccia precedente
prossima freccia

ULTIME

Notizie e momenti salienti

Delle volpi e dei pollai* – Riflessioni sul “Fallimento delle donne, agenda di pace e sicurezza”

Gli stati membri delle Nazioni Unite non hanno adempiuto ai loro obblighi dell'UNSCR 1325, con l'archiviazione virtuale di piani d'azione tanto annunciati. Tuttavia, è chiaro che il fallimento non risiede nell'Agenda Donne, Pace e Sicurezza, né nella risoluzione del Consiglio di Sicurezza che l'ha originata, ma piuttosto tra gli Stati membri che hanno ostacolato piuttosto che attuato i Piani d'azione nazionali. "Dove sono le donne?" ha chiesto di recente un oratore al Consiglio di sicurezza. Come osserva Betty Reardon, le donne sono a terra, lavorando in azioni dirette per portare a termine l'agenda. [Continua a leggere…]

Avvisi di azione

Lettera aperta ad Anthony Blinken chiedendo un processo di visto equo ed efficiente per gli accademici afgani a rischio

Questo appello degli accademici americani al Segretario di Stato richiede un'azione per rimuovere gli ostacoli che si frappongono a un processo di visto efficiente ed equo per gli accademici afgani a rischio. Invitiamo tutti a far circolare la lettera attraverso le rispettive reti e incoraggiamo gli americani a inviarla ai loro senatori e rappresentanti. [Continua a leggere…]

Opinione

Quello che so sulla vita umana come downwinder nucleare

Mary Dickson è una sopravvissuta ai test sulle armi nucleari. Nel corso dei decenni trascorsi dai primi test presso il sito di test del Nevada, le vittime dei test nucleari hanno subito la morte, la durata della vita limitata e vite di dolore e disabilità fisica. Dickson cerca responsabilità e riparazioni per altre vittime, fattori da considerare nella valutazione dell'etica della politica nucleare. [Continua a leggere…]

Rapporti di attività

Minacce nucleari, sicurezza comune e disarmo (Nuova Zelanda)

Nel 1986 il governo della Nuova Zelanda ha adottato le linee guida degli studi sulla pace per introdurre l'educazione alla pace nel curriculum scolastico. L'anno successivo, il parlamento ha adottato una legislazione che vieta le armi nucleari, cementando nella politica un passaggio verso una politica estera basata sulla sicurezza comune. In questo articolo, Alyn Ware commemora il 35° anniversario della legislazione antinucleare, mette in evidenza il collegamento tra l'educazione alla pace e il cambiamento nella politica di sicurezza e raccomanda ulteriori azioni al governo e ai neozelandesi per aiutare a eliminare le armi nucleari a livello globale. [Continua a leggere…]

In evidenza

Connessioni Corona

Opinione

Connessioni umane forgiate nella sofferenza umana

Un elemento trascurato nell'esperienza del COVID è come può portarci a riflessioni sulle connessioni umane che ci portano attraverso la sofferenza, dandoci un reale senso fisico di essere membri di un'unica famiglia umana, capaci di prendersi cura l'uno dell'altro, come dobbiamo se la famiglia deve sopravvivere. Questo post è un vivido esempio di tale esperienza. [Continua a leggere…]

Notizie e momenti salienti

Crisi aggravanti: Corona nelle zone di conflitto

Gli articoli precedenti della nostra serie Corona Connections si sono concentrati principalmente sulle ingiustizie e sulla disfunzione delle strutture globali che sono state rese innegabilmente evidenti dalla pandemia. In questo articolo, richiamiamo l'attenzione degli educatori alla pace sul fatto che COVID ha reso molte di queste ingiustizie più gravi. [Continua a leggere…]

Unisciti alla campagna

Calendario globale

CURRICULA GRATUITA

Dichiarazione e obiettivi della campagna

Dichiarazione della campagna:
“Una cultura di pace sarà raggiunta quando i cittadini del mondo comprenderanno i problemi globali; avere le capacità per risolvere i conflitti in modo costruttivo; conoscere e vivere secondo gli standard internazionali di diritti umani, genere e uguaglianza razziale; apprezzare la diversità culturale; e rispetta l'integrità della Terra. Tale apprendimento non può essere raggiunto senza un'educazione alla pace intenzionale, sostenuta e sistematica ".   

Obiettivi della campagna
La campagna globale per l'educazione alla pace cerca di promuovere una cultura della pace nelle comunità di tutto il mondo. Ha due obiettivi:

Primo, costruire la consapevolezza pubblica e il sostegno politico per l'introduzione dell'educazione alla pace in tutte le sfere dell'educazione, inclusa l'educazione non formale, in tutte le scuole del mondo.
2. Secondo, promuovere l'educazione di tutti gli insegnanti a insegnare per la pace.