I diritti di e donne ùn devenu micca esse una carta di negoziazione trà i Talibani è a Cumunità Internaziunale

Introduzione di u Redattore

Mentre cuntinuemu a serie nantu à i pruibizioni di i Talibani nantu à l'educazione è l'impieghi di e donne (cliccate quì per più copertura), hè essenziale per a nostra capiscitura è più azzione per sente direttamente da e donne afgane chì cunnosci megliu u dannu chì queste pruibizioni imponenu; micca solu nantu à e donne affettate è e so famiglie, ma nantu à tutta a nazione afgana. Questa dichjarazione di una coalizione di l'urganisazioni di e donne afgane descrive cumplettamente questi danni, a stampa più larga di a ripressione di e donne, è a speranza di e donne chì una inversione esce da a delegazione di l'ONU d'altu livellu chì hà visitatu u paese è impegnatu i Talibani. U più significativu, esprimenu candidamente a so delusione in u fallimentu di ottene quellu risultatu.

Avvocati è altri chì si preoccupanu di u futuru di l'Afghanistan sparte a so preoccupazione. Speremu chì leghjite a dichjarazione cun cura, per sapè a situazione attuale nantu à a terra è cumu u populu afganu vive una crisa umanitaria di dimensioni senza precedente. Avà tocca à a sucetà civile è a cumunità internaziunale per piglià l'azzioni in risposta à sta dichjarazione. Cum'è dumandatu in u nostru postu più recente, Chì pudemu fà i difensori per cuntribuisce à annunzià queste interdizioni di a morte u più prestu pussibule? (BAR, 1/26/23)

 

Dichjarazione di l'umbrella di i dirigenti di e donne afgane nantu à a prohibizione di i Talibani à u travagliu di e donne in u settore umanitariu di l'ONG:

I diritti di e donne ùn devenu micca esse una carta di negoziazione trà i Talibani è a Cumunità Internaziunale

20 ghjennaghju 2023

Scaricate una copia pdf di a dichjarazione 

"Dopu a riunione cù Amina Mohammed, u DSG di e Nazioni Unite, e donne pienghjenu ". (1)

Dapoi l'aostu 2021, i Talibani sò stati impegnati in un ghjocu di putere cù e Nazioni Unite (ONU) è a cumunità internaziunale. A carta di negoziazione chì anu utilizatu in tuttu hè statu i diritti è a vita di e donne è e donne.

Una seria di pruibizioni chì violanu i diritti di e donne è di e donne hà iniziatu in u 2021, è in l'ultimi mesi, i Talibani anu publicatu editti chì pruibiscenu l'accessu di e studienti femine à studii superiori è nantu à e donne da travagliendu in u settore di l'ONG umanitarii. E donne è e donne ùn ponu più mancu fà passeggiate in i parchi, è a dependenza di l'accumpagnamentu maschile significa chì e donne sò oghji praticamenti prigiuneri in a so propria casa. Se, cum'è prubabilmente, questi editti cuntinueghjanu, e pratiche patriarcali misogine è sistematiche di i Talibani, cum'è intendenu, sguassate completamente e donne è e donne da a sucità afgana. A pruibizione di u travagliu di e donne in l'ONG umanitarii vene ancu in un sfondate di attacchi è fastidiu aumentati di l'attivisti femine è di l'ONG guidate da e donne, chì eranu digià in lotta per a mancanza di finanziamentu è a ripressione aumentata. Se a prohibizione cuntinueghja, l'urganisazioni umanitarii guidate da e donne afgane spariranu cume u so persunale femminile. I donatori è l'urganisazioni duveranu cuntinuà à pagà u so staffu femminile afganu è à finanzà e so urganisazioni è ùn deve micca inchinà à a pressione di rimpiazzà cù u persunale maschile.

Cum'è sottumette da dieci Procedure Speciali di l'ONU di u Cunsigliu di i Diritti Umani, per via di l'ordine chì impedisce à e donne di travaglià in u settore di l'ONG, i Talibani "stannu strumentalizzanu è vittimizzanu e donne è i destinatari di l'aiutu criticu". S'indirizzendu à u Cunsigliu di Sicurezza di l'ONU u 12 di ghjennaghju di u 2023, u U Sicritariu Generale di l'ONU hà dettu chì "in l'Afghanistan, attacchi sistemici senza precedente à i diritti di e donne è di e donne è a violazione di l'obligazioni internaziunali creanu un apartheid basatu di genere". Questu deve esse ricunnisciutu cum'è persecuzione di u sessu, un crimine contru l'umanità, è perseguitu cum'è tali.

I talibani dichjaranu chì questi editti nantu à u travagliu è l'educazione di e donne sò una materia di pruprietà religiosa. Sta rivendicazione hè stata contestata da l'Organizazione di a Cooperazione Islamica (OIC) in u Comunicatu Finale da a Reunione Straordinaria di u Cumitatu Esecutivu di l'OCI nantu à "U Sviluppi Recenti è a Situazione Umanitaria in Afganistan", tenuta u 13 di ghjennaghju di u 2023, chì urgeu "u L'autorità afgane di facto permettenu à e donne è e donne di esercitassi i so diritti è di cuntribuisce à u sviluppu suciale è ecunomicu di a sucietà afgana in cunfurmità cù i diritti è e responsabilità garantiti per elli da l'Islam è u dirittu internaziunale di i diritti umani ". In dichjarazioni precedenti, l'OCI è l'Academia Internazionale di Fiqh Islamica (IIFA) anu descrittu i pruibizioni di l'educazione è di e donne chì travaglianu in u settore di l'ONG cum'è contru à i scopi di a lege islamica è u cunsensu di a ummah. L'ONU è a cumunità internaziunale duveranu coordinà cù l'OCI è parlà cun una sola voce per esercite pressioni nantu à i Talibani, mentre riflettendu e dumande di e donne è e donne afgane.

Parechji I / ONG anu sospesu o pausa i so prugrammi in l'Afghanistan. Diverse agenzie di l'ONU è OING hà denunziatu a pruibizione, cunsiderendula cum'è "un colpu maiò per e cumunità vulnerabili, per e donne, i zitelli è per tuttu u paese". Malgradu ricunnosce chì l'assistenza umanitaria di principiu ùn pò esse furnita senza travagliadori d'aiutu femine, anu cuntinuatu à furnisce attività di salvezza di vita. U 30 dicembre 2022, l'ONU hà dichjaratu chì elli è i so cumpagni umanitarii sò "impegnati à furnisce servizii di salvezza di vita à u populu di l'Afghanistan" - secondu u Coordinatore Residente di l'ONU in Afganistan, Ramiz Alakbarov.

Ùn ci hè micca dubbitu chì l'aiutu hè necessariu. L'Afghanistan hè devastatu. Sicondu u Sicritariu Generale di u Cunsigliu Norvegese di i Rifugiati, Jan Egeland, senza aiutu, sei miliuna di pirsuni caderà in a fame, 600,000 13.5 i zitelli seranu senza educazione, 14.1 milioni di persone seranu senza supply d'acqua sicura, è 15,000 milioni di persone ùn anu micca accessu à servizii di prutezzione. A pruibizione di e donne di travaglià in ONG umanitarii ùn hè micca solu un prublema di impiegu per 20 XNUMX travagliadori femine in ONG, cum'è hè statu dipintu in alcune discussioni. Per esse chjaru: impedisce à e donne di travaglià in u settore di l'ONG avarà cunsequenze devastanti in l'immediatu è à longu andà in a sucità afghanistan, assai più moriranu per quessa. A causa di l'editti talibani, XNUMX milioni di donne sò incarcerati in modu efficace in e so case, campendu cumplettamente dipendente da l'aiutu umanitariu per a sopravvivenza. A stretta segregazione di genere significa chì l'aiutu ùn pò micca esse pigliatu da elli da l'omi. In una dichjarazione di stampa consegnatu da 11 membri di l'UNSC u 13 di ghjennaghju, anu dichjaratu chì "E donne sò cintrali è critichi per l'operazioni per allevà a situazione umanitaria terribile. Hanu una sperienza unica è un accessu à e pupulazioni chì i so culleghi maschili ùn ponu micca ghjunghje, furnisce un sustegnu criticu di salvezza di vita à e donne è e donne. Senza a so participazione à a consegna di l'aiutu in l'Afghanistan è a cumpetenza essenziale, l'ONG ùn puderanu micca ghjunghje à quelli chì anu più bisognu, in particulare e donne è e donne per furnisce materiali è servizii di salvezza. Ripetemu a dumanda di u Cunsigliu à tutte e parti per permette un accessu cumpletu sicuru è senza ostaculi per l'attori umanitarii, indipendentemente da u sessu ".

A situazione pulitica hè a siguenti:

  • I Talibani esercitanu pressione annantu à l'ONU è a cumunità internaziunale pruibendu i diritti di e donne à u travagliu è à l'educazione sottu a falsa pretesa di a Sharia.
  • L'ONU è alcune INGO sò avà obligate à negocià cù l'autorità di facto cumprumettendu i diritti fundamentali di e donne per l'aiutu umanitariu criticu è salvatore.
  • Queste tattiche di l'ONU è di a cumunità internaziunale anu fiascatu continuamente. I cumprumessi fatti cù i Talibani ùn anu micca purtatu à alcuna migliione in a vita di e donne è di e donne, invece a situazione hè peghju cù ogni cumprumissu fattu. L'ONU hà una leva per via di a crisa. Si deve aduprà.

Solu i sforzi senza compromessi, coordinati è a pressione seranu efficaci

In l'ultime settimane, i funzionari di l'ONU si sò riuniti parechje volte cù l'autorità afgane per pruvà à risolve a crisa causata da i pruibizioni. L'ONU è i so partenarii umanitarii sò impegnati in intensi negoziati laterali cù i Talibani per esentà certi settori è regioni da a prohibizione di furnisce aiutu à questi settori. U 18 di ghjennaghju, alcune OING ripigliò alcune di e so attività dopu avè ricivutu assicurazioni da i funzionari talibani chì i travagliadori femini seranu permessi di fà e so funzioni.

Ancu s'ellu hè bè intenzionatu, i cumprumessi tempuranee casu per casu fatti da i Talibani à l'ONU o à l'INGI chjuderanu ogni finestra d'uppurtunità per annullà strutturalmente a pruibizione contru u dirittu di u travagliu di e donne afgane. Mentre l'agenzii di l'ONU è l'INGI si sforzanu di cuntinuà à furnisce un aiutu criticu di salvezza di vita, anu ancu, in quantu à u principiu di i diritti umani, a sulidarità è l'efficacità di l'aiutu, sustene a forza per una inversione immediata, piena è permanente di a prohibizione. E donne afgane devenu esse permesse di travaglià senza cundizioni.

U Vice-Segretariu Generale di l'ONU (DSG) Amina Mohammed hà guidatu una delegazione di l'ONU in Afghanistan u 17 di ghjennaghju. Prima di a visita, u DSG hà tenutu una riunione di cunsultazione cù e donne afgane. Una donna hà dettu: "Noi, sorelle afgane, crede chì a visita DSG in Afganistan hè a nostra ultima speranza! Ella disse chì si scontra cù l'autorità DfA per annullà a pruibizione. Hè stata in sulidarità cun noi, è hà dettu chì, cum'è donna, capisce a situazione di e donne afgane. Avemu pientu ! Cridemu di frustrazione da l'inazione di UNAMA - Hè a nostra ultima speranza ".

U Coordinatore di l'Emergenza di l'ONU è u Segretariu Generale per l'Affari Umanitari, Martin Griffiths, visitarà ancu l'Afghanistan prestu. A so pusizioni nantu à i diritti di e donne è di e donne deve esse chjara. L'ONU ùn pò micca negozià i diritti di e donne.

Tutte l'attività umanitarii da l'ONU è altri attori umanitarii (salvu per quelli chì sò criticu è salvatore) (2) deve esse in pausa finu à chì u persunale di e donne afgane pò ripiglià u travagliu, cumpresu u persunale di e donne di l'ONG lucali. Inoltre, ùn deve esse micca una negoziazione à pezzi di esenzioni cù i Talibani, tali arrangiamenti à pezzi assicuranu e strutture di oppressione. L'aiutu umanitariu deve ripiglià quandu l'impiegati afgani sò capaci di travaglià è quandu e donne è e donne ponu avè un accessu efficace à l'aiutu.

- Membri di l'Umbrella of Women Leaders Afghans *

* L'Umbrella of Afghan Women Leaders hè una piattaforma guidata da e donne afgane sia in l'Afghanistan sia in a diaspora. Unu di l'ugettivi di l'Umbrella hè di favurizà a sulidarità è a coordinazione trà l'attivisti, e reti è e coalizioni di e donne afgane in l'Afghanistan è fora di l'Afghanistan per sustene u muvimentu di e donne sottu Taliban, è per migliurà a situazione di e donne afgane assicurendu a so cuntribuzione significativa à u suciale, ecunomicu. è a vita pulitica di u paese.

Noti / Riferimenti

  1. U 17 di ghjennaghju, una delegazione di l'ONU hè ghjunta in Kabul guidata da u Vice-Sicritariu Generale (DSG) Amina Mohammed, direttore esecutivu di l'ONU Women, Sima Bahous è u Sicritariu Generale Assistant per l'affari pulitichi Khaled Khiari, è ancu u vice-portavoce di l'ONU Farhan Haq. Prima di a so visita, DSG, Amina Mohammed hà urganizatu una riunione cù e donne afgane induve anu spartutu e so dumande è raccomandazioni.
  2. U sustegnu di salvezza di vita deve esse avvicinatu da un modu più cumpletu. A vita di e donne è di i zitelli serà minacciata è in periculu, se u persunale femminile cuntinueghja à esse pruibitu di travaglià in i settori di l'ONG. Sicondu OCHA, se a pruibizione di i travagliadori di l'aiutu di e donne di l'ONG naziunale resta in vigore, hè stimatu chì à a fine di l'annu, chì u numeru di morti maternali supplementari aumenterà da 4,020 à 4,131 (+ 111); u numeru di morti neonatali aumenterà da 22,588 à 23,031 (+ 441); è u nùmeru di gravidenza indesiderata addiziale aumenterà da 274,631 à 285,140 (+ 10,509), 2 milioni di persone ùn anu micca accessu o un accessu limitatu à i servizii di salute essenziali, chì salvanu a vita, è a rata di mortalità materna (MMR) aumenterà da 638 morti per 100,000. nati vivi à 651/100,000.
Unisciti à a Campagna è aiutaci #SpreadPeaceEd!
Per piacè mandami e-mail:

Lascia un Comment

U vostru indirizzu email ùn seranu micca publicatu. campi nicissarii sò marcati *

Libru di Top