A Cultura di Pace: Cambiate u nostru Mondu per u Megliu in l'era di COVID 19

(Foto via: UNAOC)

(Ripostatu da: Notizie IPS. U 17 di settembre di u 2020)

Da Nihal Saad
[T] oday fornisce l'occasione non solu di rinnovà u nostru impegnu per a Dichjarazione è u prugramma d'azione nantu à una cultura di pace, ma ancu di impegnassi à piglià azzioni orientate à i risultati versu u sradicamentu di tutte e forme di discriminazione è l'eliminazione di e inugualità promuendu a diversità è allargendu u spaziu per u dialogu interculturale è interreligiosu.

NAZIONI UNITE, 17 Set 2020 (IPS) - L'annu scorsu, avemu resu omagiu à u 20u Anniversariu di a Dichjarazione di u 1999 di u Prugramma d'Azione nant'à una Cultura di Pace. Oghje, ci tocca à dumandà si se aviamu veramente svolgutu e nostre responsabilità morali per passà da una cultura di l'odiu è di a viulenza à una cultura di tolleranza è di pace.

Avemu campatu à l'impegnu chì avemu fattu in u 1999 chì ognunu di noi hà bisognu di fà cuscientemente a pace è a nonviolenza una parte di a nostra esistenza cutidiana? Pensu micca.

Datu u cuntestu glubale d'oghje, a pandemia COVID 19 hà messu à palesu vulnerabilità, divisioni, falsità è brutali inugualità in u mondu. A brutta verità hè chì ùn ci hè nunda cum'è "simu in a listessa barca".

Teoricamente, o virtualmente, forse simu. Ma in a vita vera si tratta di un mitu o cum'ellu a dicia u Sicritariu Generale di l'ONU pochi mesi fà "mentre simu tutti fluttuendu nantu à u listessu mare, hè chjaru chì certi di noi sò in superyachts mentre chì altri sò attaccati à i detriti flottanti".

Dapoi chì sta crisa umana glubale hà pigliatu u so pesu à tutti noi - e forze di a divisione è l'odiu anu ancu aggravatu a vita di e cumunità vulnerabili cumprese e minoranze religiose è etniche, i migranti, e donne, i zitelli è i giovani.

Ancu i vechji è quelli cun disabilità ùn sò micca stati risparmiati. Hè soprattuttu spaventosu assiste à una surghjente di discorsi d'odiu, xenofobia, razzismu è forme disprezzabili di discriminazione. Queste forze maligne seminanu fessure è fori in u tessutu di e nostre sucietà chì scatenanu un circulu viscuosu di violenza.

Tuttavia, ci hè sempre una ragione per esse ottimistu. Dicembre scorsu, l'Assemblea Generale hà aduttatu 3 risoluzioni nant'à a Cultura di Pace. A Res A / 74/476 hà messu in risaltu l'impurtanza di favurisce u dialogu interreligiosu è interculturale.

Questu putente strumentu, chì hè statu spessu trascuratu, hè u core di u travagliu di l'Alleanza di e Civiltà di e Nazioni Unite chì hè particularmente impegnata à prumove u dialogu interreligiosu è interculturale cum'è un strumentu di putenza dolce per a lotta contr'à l'intolleranza, i stereotipi negativi, è incitazione à a viulenza contr'à e persone basate nantu à a religione o a credenza.

In questu cuntestu, oghje offre un'occasione non solu per rinnuvà u nostru impegnu per a Dichjarazione è u prugramma d'azione nantu à una cultura di pace, ma ancu per impegnassi à piglià azzioni orientate à i risultati versu sradicà tutte e forme di discriminazione è eliminendu inugualità attraversu a prumuzione di a diversità è allargendu u spaziu per u dialogu interculturale è interreligiosu.

In questu cuntestu, mi piacerebbe dà una breve panoramica di u travagliu di l'Alleanza di e Civiltà di e Nazioni Unite:

    • 1. Conformemente à u mandatu ricevutu da u Sicritariu Generale dopu à l'attacchi contr'à e moschee chì anu avutu in marzu 2019 in Christchurch, Nova Zelanda, l'UNAOC hà elaboratu u Pianu d'Azione di e Nazioni Unite per Salvaguardà u Situ Religiosu: In Unità è Sulidarità per Adorazione sicura è pacifica, chì hè stata lanciata da u Sicritariu Generale u 12 di settembre di u 2019. U Pianu hè ancuratu in e risoluzioni pertinenti di l'Assemblea Generale di e Nazioni Unite, di u Cunsigliu di securità è di u Cunsigliu di i Diritti Umani, è ancu di e fonti religiose chjave. Fornisce un quadru d'azione cù raccomandazioni specifiche indirizzate à tutti i stakeholder pertinenti per megliu prevene, preparà è risponde à possibili attacchi contr'à i siti religiosi. Ancu più impurtante, u Pianu mette in risaltu a necessità di favurisce u dialogu interculturale è interreligiosu per custruisce società inclusive è resistenti.

Una Campagna di Comunicazione Globale, destinata à sottolineare u rolu di l'individui, in particulare di i ghjovani è di a cumunità di fede glubale, in a prutezzione di i siti religiosi, serà lanciata prestu.

    • 2. Durante l'ultimu annu è da quandu a pandemia hà iniziatu, avemu allargatu a nostra diffusione à i capi religiosi è à l'urganizazioni basate in a fede chì tenenu contu di a chjama di u Sicritariu Generale di l'ONU à i capi religiosi per sustene l'azzioni di l'ONU per affruntà e sfide poste da a pandemia attraversu prumove l'unità di sulidarità è a cumpassione. L'Altu Raprisentante per l'UNAOC è u Cunsiglieru Speciale per a Prevenzione di u Genucidiu anu publicatu una chjama cumuna per "Sulidarità, Unità è Compassione" riaffirmendu a necessità di rinfurzà u dialogu interreligiosu è interculturale è ancu di difendesi contr'à u stigma è a polarizazione.
    • 3. In a nostra qualità di copresidente rotativu di a Task Force Interagenziale di e Nazioni Unite per a Religione è u Sviluppu, una dichjarazione hè stata publicata u 18 aprile da l'IATF cù l'approvazione di i quaranta membri cumposti da u Cunsigliu Consultivu Multi-Fede di l'IATF invitendu i religiosi dirigenti è FBO per allargà u so supportu è - in e so rispettive sfere di influenza è autorità - prumove è difende cun Stati Membri è altri attori per u Pianu Globale di Risposta Umanitaria per COVID-19 è per aiutà à implementà u Pianu in modu chì l'operazioni essenziali di aiutu umanitariu possanu ghjunghje à e pupulazioni in i cuntesti più fragili è vulnerabili.
    • 4. In sustegnu à u documentu nantu à a Fraternità Umana cofirmatu da Sua Santità Papa Francesco è da Sua Eminenza u Grand Imam di Al Azhar Sheikh Ahmed el Tayeb in Feb 2019, avemu coorganizatu è sustenutu l'iniziativa "Prayer for Humanity" u 14 Maghju 2020 guidatu da SA Papa Francesco è SE u Grand Imam di Al-Azhar è u Sicritariu Generale di l'ONU. Parechje figure religiose eminenti in tuttu u spettru di fede è ancu politici prominenti si sò uniti à l'iniziativa.
    • 5. Aderisce à un approcciu di tutta a sucietà chì include un supportu à urganizazioni di basa è guidate da i ghjovani attraversu i nostri prugrammi multipli cum'è u Premiu à l'Innovazione Interculturale (IIA), un prughjettu di punta cù BMW Group chì sustene u sviluppu di prughjetti innovatori è impactanti da urganizazioni di basa chì incuraghjenu u dialogu interculturale è cuntribuiscenu à a pace, a prosperità è a custruzzione di società più inclusive. Quelli prughjetti varianu da Srilanka è Myanmar à u Canada, l'America Latina è a regione MENA.
    • 6. In u nostru prugramma Young Peacebuilders, un prugramma di furmazione è di difesa, avemu furmatu cù successu ghjovani donne è omi di MENA è d'Europa è avemu miglioratu e so cumpetenze in materia di trasformazione di cunflitti è risoluzione di cunflitti, mediazione, prumuzione di attivismu non-viulente, superazione di stereotipi negativi, pregiudizii è polarizazione cum'è mutori di l'estremisimu viulente favurèvule à u terrurismu. U curriculum mischiatu à misura hà permessu à i participanti à u prugramma di travaglià nantu à questioni specifiche relative à a custruzzione di a pace è a prevenzione di cunflitti è di radicalizazione in e so rispettive cumunità.

D’altronde, simu assai cuntenti di unisce forze cù altre entità di l’ONU di primura cum’è l’UNESCO, l’Uffiziu di e Nazioni Unite contr'à u Terrurismu è UNCCT in parechji prughjetti.

Cù l'UNESCO è l'UNCCT ci preparemu per lancià u prugettu "Dialogu interculturale è cumpetenze socio-emotive per a custruzzione di a pace" (un Prughjettu Videogiochi) chì sustene i ghjovani in a cuncezzione di metodulugie cuncrete basate nantu à i ghjochi chì sviluppanu cumpetenze pertinenti per u dialogu interculturale è suciale è emotivu amparà à prevene l'estremisimu viulente in paesi selezziunati in l'Asia Meridionale.

Sutta l'egida di #YouthWagingPeace, l'UNESCO MGIEP, UNAOC è a Cummissione Sri Lanka per l'UNESCO anu riunitu è ​​custruitu e cumpetenze sociali è emotive, critiche è di gestione di prughjetti di 35 giovani dirigenti di l'Asia Meridionale (India, Pakistan, Sri Lanka, Bangladesh , Afghanistan è Myanmar), chì travaglianu nantu à u terrenu per prevene l'estremisimu viulente per mezu di l'educazione. I giovani dirigenti di a sucietà civile anu cuncipitu 30 attività à livellu di a cumunità per esse messe in opera in 6 paesi chì anu un impattu direttu nantu à più di 1,000 attori à livellu di a cumunità.

Sottu à u Fondu di Sulidarità di a Ghjuventù, l'UNAOC hà sceltu è furnitu un finanzamentu iniziale à cinque urganizazioni guidate da i ghjovani, chì i so prughjetti si focalizanu nantu à: Promuovere u pluralisimu religiosu, a diversità culturale è a coesistenza pacifica in Africa

L'UNAOC hà continuatu à incuraghjà i scambii è a cullaburazione trà i ghjovani dirigenti di a sucietà civile di diverse culture è fede in u so prugramma di Fellowship.

Per cunclude, ùn hè mai troppu tardi per riversà a strada. Rializà l'obiettivu 16 di l'Agenda 2030 per u Sviluppu Sostenibile "custruisce società pacifiche, ghjuste è inclusive", hè più imperativu avà chì mai. Permettitemi di ripetiri chì e parolle cum'è u dialogu, a tulleranza, a diversità è u rispettu significanu pocu s'ellu ùn hè sustenutu da una vasta gamma concreta di azzioni sottu un ombrellu internaziunale di cooperazione sincera da attori statali è non statali.

Sianu the first to comment

Unisce a discussione ...