Educazione per a Pace da l'Approcciu REM (Reconstructive-Empowering)

Dr.Sofia Herrero Rico

Coordinatore, Catedra UNESCO di Filosofia per a Pace, Universitat Jaume I (UJI), Castelló, Spagna
(Articulu presentatu: Edizione # 104 di Maghju 2013)

GhjacumuQuestu articulu si concentra nantu à l'educazione per a pace (in seguitu PE) in u quadru di u Catedra UNESCO di Filosofia per a Pace à l'Università Jaume I, Castelló, Spagna. Mentre studiava per u Master Internaziunale è u Dutturatu in Studii di Pace, Cunflittu è Sviluppu, aghju amparatu nantu à e diverse categurie di viulenza pruposte da Johan Galtung (1985; 1993) - diretta, strutturale è culturale. Fighjendu prufundamente in u sistema educativu, aghju capitu chì riproduce tutte e trè categurie, cum'è sottusistema suciale. L'educazione tradiziunale, vista da u paradigma narrativu-contemplativu, ùn si centra micca nantu à u sviluppu di e capacità umane attraversu l'educazione cumpleta, ma piuttostu si concentra, principalmente, nantu à aspetti tecnichi è cognitivi di l'apprendimentu, lascendu da parte l'apprendimentu affettivu è a gestione di l'emozioni. L'educazione tradiziunale si cuncentra di più nantu à a necessità di "avè" piuttostu chì nantu à "esse", Hè in parolle di Freire (1970; 1993) educazione bancaria, semplicemente depositu di informazioni, risultendu in l'incapacità di trattà pacificamente i sentimenti è l'emozioni, cunducenduci in parechje occasioni à aduprà a viulenza per regulà i nostri cunflitti quotidiani.

Queste dumande è preoccupazioni mi anu purtatu à dumandassi s'ellu serà pussibule educà per a pace in a cultura di a viulenza chì avemu stabilitu à tanti livelli. Ci hè statu assai dibattitu nantu à sì simu geneticamente viulenti o pacifici. E cunclusioni di a Dichjarazione di Siviglia di u 1986, aduttata da l'UNESCO in u 1989 (Adams, 1992), schjarisce chì ùn simu biologicamente predeterminati per esse viulenti, è cusì, a pace hè una pussibilità, una opzione chì pudemu amparà, sceglie è mette in opera. In questu quadru, l'ipotesi di travagliu di sta ricerca hè di prupone un PE capace di ricustruisce e capacità è e cumpetenze chì avemu cum'è esseri umani per fà a pace, è dunque trasfurmà i nostri cunflitti per via pacifica. U PE prupostu hè interpretatu da l'approcciu "Reconstructive-Empowering" (REM), sottu u paradigma dialogu-participativu, chì cerca a decostruzione di i trè tippi di viulenza è a ricustruzzione di u nostru putenziale o "puteri" per fà a pace da u nostru cutidianu sperienze (Herrero, 2012; 2009).

L'approcciu REM di PE chjama à l'insegnamentu di u cunflittu cum'è prucessu trasfurmativu (1). Si concentra nantu à a trasformazione di situazioni cunflittive, guarda queste situazioni cum'è opportunità di apprendimentu è cerca alternative alternative per risolve i cunflitti in modu ghjustu. Sicondu Lederach (1984: 45) "Life senza cunflitti suppone una sucietà di robot, chì e so cittadinanze avarianu eliminatu tutta a diversità, l'autenticità è a distinzione umana."

Tenendu in mente ciò chì precede, metteraghju in risaltu i trè pilastri principali di l'approcciu REM: u cuntenutu, a metodulugia è u cuntestu, rispondendu à e trè dumande chì devenu esse risposte per ogni pruposta educativa, chì, cumu è induve avemu amparà.

Prima, in quantu à u cuntenutu, a ricunniscenza di l'altru hè una di e caratteristiche principali per fà a pace. A ricunniscenza hè capita cum'è un passu al di là di a tulleranza; ricunniscimu l'altri cum'è interlocutori validi capaci è cumpetenti per fà a pace. U ricunniscenza si cuncentra dinò nantu à trè prospettive o livelli, a propria ricunniscenza di u corpu, a ricunniscenza di i diritti in una cumunità ghjuridica è a ricunniscenza di e sfarente forme di stili di vita (Honneth, 1997; 2008). A seconda caratteristica incarnata in questu approcciu REM hè l'empowerment umanu per fà a pace. Interpretemu stu cuncettu cum'è a valurizazione di a nostra capacità di fà a pace cù l'altri. Un altru aspettu elementariu ligatu à u PE è a trasfurmazione pacifica di u cunflittu seria l'importanza di cambià e nostre attitudini è percezioni. In questu sensu, trè manere chì ponu facilità u cambiamentu di e nostre percezioni, sentimenti è attitudini sò pruposti da a pusizione egoista à un'altra pusizione più empatica, altruista o sulidaria. In listessu tempu, ste trè prospettive ponu sustene l'inchiesta analitica di i nostri cunflitti. A prima dumanda, seria cumu mi sentu per ciò chì a ghjente mi face; secondu, cumu mi sentu per ciò chì facu à l'altri; è, terzu, cumu mi sentu ciò chì una seconda persona face à una terza persona (Strawson, 1995).

Benintesa, a cumunicazione pacifica (Nos, 2010) hè un altru elementu chjave in l'approcciu PE REM. Insistimu, quì, u rolu di u dialogu è di l'interpellazione mutuale per fà a pace. Partemu da a performatività per prupone un novu paradigma educativu chì ci rende rispunsevuli di ciò chì dicemu, femu, è ancu di i nostri silenzi. Tutte e nostre azzioni anu un effettu nant'à l'altri è ne simu rispunsevuli. Dunque, devu esse primurosu, se vogliu fà a pace. Da questa frase, deriva l'importanza di l'etica di a cura (Comins, 2009) in PE, chì si integra ancu in l'approcciu REM.

Dopu, a metodulugia hè focalizata nantu à l'approcciu di decostruzione-ricostruzione. In educazione, l'apprendimentu hè impurtante, ma u disimparamentu hè ancu necessariu. Avemu derivatu u termine "unlearning" da Bastida (1994) è ancu da a Filosofia di Habermas (1987). Adupremu sta metodulugia di decostruzzione-ricustruzzione cù l'obiettivu di svilà a cultura di a guerra (Bastida, 1994). Dunque, u PE attribuisce impurtanza à u studiu di u cunflittu, micca solu per amparà da elli, ma per circà alternattivi pacifici per trasformalli. Hè evidenti chì avemu amparatu da a nostra storia è a nostra cultura aduprendu a viulenza; affruntà cunflitti; hè ora ora di amparà à decostruisce a guerra è sfruttà a viulenza per offre alternative alternative pacifiche per mezu di l'educazione. L'impurtanza di decostruisce l'educazione suciale è famigliali, attraversu a pulitica, i media, i spazii di divertimentu è u prucessu d'acculturazione deve esse ancu incisa; perchè troppu spessu l'educazione hè mimetizzata da diversi tipi di viulenza istituzionalizata chì deve esse decostruita per un veru PE. Una volta decostruitu, ciò chì era impropriamente amparatu per mezu di l'educazione tradiziunale à tutti i livelli pò esse ricostruitu per mezu di un novu paradigma educativu capace di stabilisce relazioni umane positive è ci insegnerà à fà a pace. Dunque, attraversu l'approcciu REM di PE riflettemu nantu à una nova pruposta educativa sottu u paradigma dialogu-participativu cum'è alternativa à quellu cuntemplativu-narrativu chì hè statu nurmalmente introduttu in l'educazione. Cusì, stu novu approcciu educativu cunsidereghja a classe cum'è una cumunità di cumunicazione, induve tutti i participanti sò cunsiderati interlocutori validi, è sia i prufessori sia i studienti amparanu da u prucessu di insegnamentu-apprendimentu. Hà per scopu di favurisce una educazione critica è trasfurmativa in un ambiente demucraticu è emancipatore, chì hà per scopu una educazione integrale "per tutti"; i participanti diventeranu i so agenti di cambiamentu pusitivu è di sviluppu. Favurisce dunque l'interculturalità, a ricunniscenza, l'inclusione, a participazione è a cuuperazione. Unu di i punti più impurtanti di questu approcciu hè di abilità e persone à prumove a trasformazione pacifica, sia personale sia sociale. Inoltre, questu approcciu PE mette in evidenza l'importanza di esse in grado di generà sentimenti è capacità pusitivi (cum'è ricunniscenza, tolleranza, comprensione, rispettu, amore, ecc.) Per affrontà cunflitti in pace. In questu sensu, PE deve trattà cun emozioni è sentimenti per noi di trasformà l'odiu, a mancanza di rispettu è a rabbia in una comprensione mutuale trà i lati. Sicondu Ben Porath (2003: 532) "ùn si pò micca cresce per superà un cunflittu specificu senza amparà à affruntà l'emozioni chì u sustenenu."Cumentu di questa osservazione, Navarro-Castro è Nairo-Galace (2008: 22) dicenu:"Ciò significa chì u prucessu di apprendimentu chì hè adupratu in PE hè olisticu è prova à affrontà e dimensioni cognitive, affettive è attive di u studiente."Infine, questu approcciu incuragisce a fantasia, a creatività è l'imaginazione per favurizà novi modi per uttene a pace è e culture per a pace (e) (2). Rodari (1976: 5) dice chì u so approcciu di fantasia serà l'arte di inventà. In questu sensu, l'inclusione di fantasia è fantasia in PE hè impurtante: a pace deve esse inventata, imaginata è creata. Applicendu stu tipu d'approcciu in PE, pudemu cambià a logica di aduprà a viulenza è a distruzzione per francà i cunflitti. Avemu ancu bisognu di creà immagini pusitive per l'avvene di a pace, evidenziamu, allora, l'importanza di imaginà è prughjettà immagini positive di pace (Cavin, 2006: 406).

Terzu, in quantu à u cuntestu di l'Approcciu PE REM deve esse implementatu in spazii educativi formali (3), informali (4) è non formali (5). Richiede ancu cuntesti interculturali è interreligiosi per favurizà u pluralisimu, a ricunniscenza di l'altri è u rispettu di a diversità. Inoltre, deve esse messu in opera in cuntesti participativi, demucratici è liberi in i quali l'interazione, u dialogu è l'interpellazione umana seranu l'elementi chjave; ste caratteristiche ponu esse ligate cù u cuntestu 2.0 aduprendu u lessicu tecnicu scientificu (Martin, 2010: 46-47). Infine, a cultura di a pace hè u caminu è u scopu di queste cundizioni cuntestuali.

cunchiusioni
Da a perspettiva di l'Approcciu REM, PE chjama à a ricustruzzione di e nostre cumpetenze umane per fà a pace. Stu approcciu abilita a ghjente per l'azione pacifica è a trasformazione suciale. Sapemu chì simu capaci di fà a pace; dunque duvemu esse responsabili è impegnati à fà lu. Stu Approcciu suggerisce vivamente chì l'insegnamentu di a pace deve esse cunsideratu cum'è un prucessu trasformatore. Hè dedicatu à a trasformazione di situazioni cunflittive in nuove opportunità di apprendimentu cercendu alternative pacifiche per risolve i cunflitti in modu ghjustu. Dunque, avemu bisognu di amparà à fà a pace da e nostre esperienze persunali è di ogni ghjornuSiccomu i guerri cumincianu in a mente di l'omi (sic), hè in a mente di l'omi (sic) chì e difese di a pace devenu esse custruite»(UNESCO, 2007).

Prupòsitu di lu Author

Dr.Sofia Herrero Rico hà un diploma di bacheloru in Filosofia è Educazione, un Maestru Internaziunale in Studii di Pace, Conflitti è Sviluppu è un Dutturatu in Educazione per a Pace. Hè u coordinatore di a Catedra UNESCO di Filosofia per a Pace, chì i so prugrammi principali sò u Master Internaziunale è Dutturatu in Studii di Pace, Conflitti è Sviluppu, Universitat Jaume I (UJI), Castellón, Spagna (www.epd.uji.es). Ricerche dinò per l'Istitutu Interuniversitariu di Sviluppu Suciale è Pace (IUDESP) di UJI (www.iudesp.uji.es). Hà offertu attelli, cunferenze è corsi corti relativi à l'Educazione per a Pace in Spagna, Algeria, Perù, Italia, Messicu è USA. Hà scrittu parechji articuli nantu à l'Educazione per a Pace cumpresi a publicazione recente «Educando para la paz a través del reconocimiento de la diversidad» in Nos Aldás, e., Sandoval Forero, E. Y A. Arévalo Salinas (eds.) (2012): Migrazzioni è Cultura di pazzu: Educendu è cumunicendu a sulidarità, Madrid, Dykinson, SL, 41-56. Attualmente ella coedita u libru intitulatu Educazione senza uccidere cum'è membru di u Cumitatu di Ricerca per l'Educazione Non-Killing di u Centru per u Mutuu Glubale (CGNK).

Fonti

(1) A Catedra UNESCO di Filosofia per a Pace usa u termine "trasformazione di cunflittu", perchè u cunsideremu u più adeguatu per enfatizà chì u cunflittu ùn hè micca sempre negativu. Pò ancu esse pusitivi è creativi. U cunflittu hè necessariu in a nostra vita; dunque, ùn avemu micca da evità ne risolve per forza, ma avemu bisognu di trasfurmà u cunflittu per via pacifica.

(2) U cuncettu di Cultura di Pace, spiegatu da Reardon (Ben Porath, 2003: 527-28), hè "l'analogu umanu di un ecosistema sanu cumpostu da forme cumplementari, funzionalmente integrate di biodiversità". Questa definizione insiste nantu à l'inclusione morale, a celebrazione di a diversità, strumenti per a risoluzione pacifica di cunflitti, cura, speranza, sensibilizazione, cuscienza ambientale è sensibilità di genere trà altri.

(3) U significatu riguarda u sistema d'istruzione ufficiale è altre istituzioni d'istruzione obbligatoria (Fundazione Arigatou, 2008: 36).

(4) I contesti informali o micca strutturati includenu educazione familiare è e relazioni cù amichi, vicini, culleghi à u travagliu, cumpagni di classe, trà altri (Fundazione Arigatou, 2008: 36).

(5) Hè in relazione cù l'educazione non ufficiale ufferta m per esempiu, in istituzioni educative micca obbligatorie, gruppi di a cumunità, associazioni di giovani, entità religiose è altre organizzazioni di passatempi è di tempu liberu (Fundazione Arigatou, 2008: 36).

Riferimenti è più bibliografia

Adams, D. (1992). «El Manifiesto de Sevilla sobre la Violencia», en Hicks, D. (ed.) (1992): Educazione per a Paz. Cuestioni, principi è pratiche in l'aula, Madrid, MEC / Morata, 293-295.
Bastida, A. (1994). Desaprender a guerra. Una visione critica di l'Educazione per a Paz, Barcellona, ​​Icaria.
Ben Porath, SR (2003). "Educazione per a Guerra è a Pace", Revista di Filosofia di l'Educazione, 37, (3), 525-533.
Cavin, M. (2006). "A retorica d'Elise Boulding: un invitu à a pace", Pace è Cambiamentu, 31, (3), 390-412.
Comins Mingol, I. (2009): Filosofia del Cuidar, Barcellona, ​​Icaria.
Freire, p. 1970): Pedagogia di l'oprimido. Montevideo, Terra Nova.
——— (1993): Pedagogia di l'Esperanza, México DF, Siglo XXI.
Galtung, J. (1985): «Acerca de la Educación para la Paz», en Galtung, J. (ed.) (1985): Circa a Paz, Barcellona, ​​Fontamara, pp. 27-72.
——— (1993): «Paz», en Rubio, A. (ed.): Presuposti teòrici è étichi nantu à a Paz, Granada, Universidad de Granada, pp. 47-52.
Goleman, D. (2012): Intelligenza Emocenti, Barcellona, ​​Kairós.
Gandhi, M. (1988). Tutti l'omi sò figlioli erani, Salamanca, Sígueme
Habermas, J. (1987). Teuria di l'azzione cumunicativa, Madrid, Taurus.
Harris, IM, & ML Morrison (2003). Educazione per a pace (2a ed.), Jefferson, North Carolina, McFarland.
Herrero Rico, S. (2012): «Educando para la paz a través del reconocimiento de la diversidad» en Nos Aldás, e., Sandoval Forero, E. Y A. Arévalo Salinas (eds.) (2012): Migrazzioni è Cultura di pazzu: Educendu è cumunicendu a sulidarità, Madrid, Dykinson, SL, 41-56.
——— (2009): «L'Educazione per a Paz da a filusufia per fà i passi. U mudellu Reconstructivo-Empoderador »in Parigi Albert, S. E I. Comins Mingol (eds.) (2009): Filosofia in azzione. Retos para la paz en el siglo XXI, Castelló, Universitat Jaume I, 33-57.
Honneth, A. (1997): A lotta per u ricunniscenza. Per una gramatica morale di i cunflitti suciali, Barcellona, ​​Crítica
——— (2008): Reificazione. Un Novu sguardu à una Vechja Idea, New York, Oxford University Press.
Lederach, JP (1984): Educà per a pazzia. Objetivo escolar, Barcellona, ​​Fontamara.
——— (1985): A regulazione di u cunflittu suciale. Un enfocu praticu, Akron, PA: Cumitatu Centrale Menunite.
Martín Gordillo, M. (2010): «Ciencia, Tecnologia y Participación Ciudadana» en Toro, B. Y A. Tallone (Coord.) (2010): Educazione, Valores è Ciudadanía, Madrid: Organización Estados Iberoamericanos para l'Educazione, a Ciencia è a Cultura (OEI), pp. 41-57
Martinez Guzman, V. (2001). Filosofia per fà i passi, Barcellona, ​​Icaria.
——— (2005). Pudemu fà i Passi. Reflexiones éticas tras u 11-S è u 11-M, Bilbao, Desclée De Brouwer.
Navarro-Castro, L. & Nario-Galace, J. (2008). Educazione per a Pace. Un Caminu versu una Cultura di Pace, Filippine, Centru per l'Educazione per a Pace.
Nos Aldás, E. (2010): «La communication et les discours publics» en Comins Mingol, I. Y S. París Albert (eds.) (2010): Investigazione per a Paz. Studi filosòfichi, Barcellona, ​​Icaria
París Albert, S. (2009): Filosofia di i Cunflitti. Barcellona, ​​Icaria
Rodari, G. (1976). Gramatica di a fantasia. Introduzione à Arte di Inventar Historias, Barcellona, ​​Reforma de la Escuela.
Strawson, PT (1995): Libertad, risentimentu è altri ensayos. Barcellona, ​​Paidós.
______ (2007): Organizazione Scentifica è Culturale di l'ONU, www.unesco.org, (ghjugnu 2012).

chiudi

Unisciti à a Campagna è aiutaci #SpreadPeaceEd!

Sianu the first to comment

Unisce a discussione ...